Avviare qualsiasi PMI col crowdfunding? Una realtà da gennaio 2018

La Consob ha abbattuto i paletti del 2013 che limitavano il finanziamento collettivo alle sole PMI e startup innovative

Dal 3 gennaio 2018 entra in vigore il nuovo regolamento sul crowdfunding. La Consob, infatti, ha deciso di estendere a tutte le piccole e medie imprese l’accesso a questo particolare mercato di capitali. Il primo regolamento in merito è entrato in vigore nel 2013, ma, di fatto, con beneficiarie le sole PMI e startup innovative.

Il senso del crowdfunding – Il concetto di crowdfunding è traducibile in italiano come ‘finanziamento collettivo’. Si tratta, dunque, di una pratica di microfinanziamento. Un gruppo di persone collabora a un determinato progetto per il quale l’ideatore chiede, appunto, dei fondi. In cambio, se il progetto raggiunge la somma stabilita all’inizio del processo di crowdfunding, i finanziatori riceveranno riconoscimenti di vario genere nei confronti del progetto una volta ultimato.

Rischio azzerato per gli investitori – Alle persone intenzionate a finanziare i progetti di crowdfunding sarà garantita una maggiore tutela circa il capitale impegnato. Sono previste, infatti, norme che riguardano l’obbligo di adesione a un sistema di indennizzo o la stipula dell’assicurazione. Queste norme entreranno in vigore dopo sei mesi dalla pubblicazione del regolamento in Gazzetta Ufficiale.

Un’autostrada di opportunità per chi vuole fare impresa ‘classica’ – Dal 3 gennaio, invece, il vero e proprio via libera a quella che, almeno sulla carta, si preannuncia una svolta rivoluzionaria per la rete produttiva italiana. Già adesso le piccole e medie imprese rappresentano, nel Belpaese, la larghissima parte del tessuto economico. D’ora in avanti, se gli interessati ad aprire una nuova attività sapranno proporre idee accattivanti, le PMI ‘classiche’ potranno conoscere un ulteriore, notevole incremento. Il nuovo regolamento Consab, infatti, apre un’autostrada a chiunque abbia voglia e capacità imprenditoriali da mettere in gioco in qualsivoglia settore. Dai bar, ai ristoranti, alle aziende manifatturiere e agricole: qualsiasi attività che rientri nei parametri delle PMI potrà fra poco essere finanziata col crowdfunding.

Breaking News Nazionali Notizie

Lascia un commento