Il presidente Capobianco: “Governo tecnico non risolverà i problemi delle aziende”

In attesa di conoscere l’esito e le fortune dell’incarico all’ex commissario straordinario per la spending review, Carlo Cottarelli, Conflavoro PMI interviene sulla situazione politica

“Al di là di ogni valutazione politica – afferma il presidente Roberto Capobianco – avevamo sperato che, dopo due mesi e mezzo di stallo, il Paese potesse avere un governo in carica pienamente legittimato a operare. Non è stato così e questo non può, senza entrare nel merito delle motivazioni che hanno portato a questa soluzione, essere una notizia positiva per le piccole e medie imprese”.

Capobianco sottolinea i rischi che questa situazione di stallo possa determinare un’ulteriore perdita di fiducia nel sistema Italia. “Quanto successo – avverte – porterà sicuramente s un’ulteriore disaffezione da parte dei cittadini nei confronti della politica. la conseguenza immediata sarà la diminuzione della partecipazione. Il sentimento più frequente sarà quello della rassegnazione, che colpisce imprenditori e cittadini comuni”.

 

#iostoconleimprese

Proprio la rassegnazione, la delusione, il pensiero che il voto sia inutile, vanno combattuti secondo il presidente Capobianco. “Questo sentimento di sfiducia va trasformato in determinazione per far ripartire il nostro Paese, dentro l’Europa, ma più forte degli altri. Alle nostre imprese, infatti, non servono le chiacchiere del teatrino della politica. Ciò di cui hanno bisogno sono fatti, riforme e aiuti concreti”.

“Mentre si discute sul come fare il governo e arrivare alle prossime elezioni, le nostre imprese continuano a morire. A esser perseguitate da uno Stato in cerca di entrate. Le aziende – conclude Roberto Capobianco – continuano a essere vittime di una concorrenza globale impossibile da fronteggiare con una burocrazia, la nostra, tasse e costo del lavoro unici al mondo. Problemi che un governo tecnico con grande difficoltà potrà affrontare, se mai riuscirà a trovare i voti in parlamento”.

Conflavoro lancia quindi un hashtag in difesa del futuro del vero tessuto economico del Paese: #iostoconleimprese.

Breaking News Nazionali Notizie

Lascia un commento