Conflavoro PMI Ferrara, inaugurazione e conferenza in Camera di Commercio

ferrara

La presidente territoriale Beatrice Balboni: “Tutela delle imprese a 360 gradi”

Oggi (25 novembre) dalle ore 17 alla Camera di Commercio in largo Castello è stata presentata ufficialmente Conflavoro PMI Ferrara. Sita in via Bartok, è presieduta da Beatrice Balboni, imprenditrice esperta di formazione e consulenza in salute e sicurezza sul lavoro. In Camera di Commercio anche il presidente nazionale di Conflavoro PMI, Roberto Capobianco. L’evento, che ha ospitato oltre 50 tra imprenditori e professionisti del Ferrarese, ha avuto come fulcro una conferenza volta ad analizzare i vari aspetti delle dinamiche aziendali. Tante le tematiche affrontate: dalla sicurezza sul lavoro, all’applicazione dei contratti collettivi più adeguati alle necessità dell’impresa, agli strumenti necessari al corretto e sano sviluppo dell’azienda come i servizi degli enti bilaterali e del rapporto collaborativo tra tessuto imprenditoriale e mondo dei professionisti. 

 

Capobianco: “Al lavoro per rilancio occupazionale”

“Oggi è una giornata molto importante per la nostra associazione – afferma Roberto Capobianco – siamo molto orgogliosi di portare le idee e gli impegni di Conflavoro PMI a Ferrara, dove le aziende, dall’agricoltura al commercio, hanno bisogno di nuove prospettive, di un rilancio occupazionale e produttivo e di un collante più intenso e proficuo con le istituzioni. Come Conflavoro nazionale non mancheremo di portare le istanze di questo importante bacino economico all’attenzione di governo e parlamento. Il lavoro da fare sul territorio è molto, ma la nostra squadra vuole essere e sarà in prima linea per le aziende del Ferrarese”.

 

Balboni: “Fondamentale rapporto tra imprese e professionisti”

“Conflavoro PMI – spiega Beatrice Balboni – punta sulla formazione imprenditoriale continua anche in nuovi campi come la digitalizzazione, sulla sicurezza sul lavoro, sul rapporto tra impresa e professionista per la sana e corretta crescita dell’azienda. Sigliamo contratti collettivi che ben inquadrano e sostengono il mutato quadro occupazionale, che tutelano attività e settori finora non considerati appieno. Occorre raggiungere l‘efficientamento del Lavoro, spingendo su capisaldi come il taglio della burocrazia per imprese e famiglie e con azioni volte a incentivare assunzioni e a ridurre gli oneri delle aziende, specie in questo difficilissimo momento storico. Il corretto utilizzo dei fondi del Pnrr, con il coinvolgimento delle PMI, sarà fondamentale anche sul nostro territorio. Servirà sempre un confronto continuo e collaborativo con le istituzioni del Ferrarese e Conflavoro PMI è pronta a fare la propria parte”.

Lascia un commento