Conflavoro è partner del Festival del Lavoro 2020, iscriviti ai webinar formativi!

Il 22 ottobre opening con il presidente Roberto Capobianco, visibile a tutti senza iscrizione su festivaldellavoro.it

Finalmente ci siamo. Dopo il rinvio della data prevista per lo scorso giugno al Roma Convention Center La Nuvola, è arrivato il momento di mettere in scena il Festival del Lavoro 2020. Una versione differente, online mediante una serie di webinar, ma comunque ancora l’evento più importante legato al mondo del lavoro. La due giorni, 22 e 23 ottobre, è organizzata e coordinata dalla Fondazione Studi del Consiglio nazionale dell’Ordine dei consulenti del lavoro, presieduta da Rosario De Luca. I webinar rilasciano crediti formativi, 1 l’ora.
 

Intervento di Capobianco nella diretta streaming di apertura

Conflavoro Pmi è naturalmente presente al Festival del Lavoro come partner dello stesso. L’associazione è sempre molto vicina all’Ordine nazionale e ai Consigli provinciali, tanto da essere l’unico ente nel suo genere a potersi fregiare del titolo di soggetto formatore per il rilascio di crediti formativi ai Cdl di tutto il Paese.

Quest’anno il presidente Roberto Capobianco partecipa all’opening del 22 ottobre in diretta streaming alle ore 15. Previsto, a tal proposito, un confronto con De Luca e Mario Mantovani, vice presidente Manageritalia. E ancora: Andrea Vianello direttore di Rainews24, Paola Nicastro direttore generale Anpal, Marina Calderone presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine e molti altri. L’evento, visibile a tutti senza il bisogno di iscriversi né di essere invitati, è visibile direttamente su www.festivaldellavoro.it. Basta collegarsi sul sito giovedì 22 ottobre poco prima le ore 15. Il titolo dell’incontro è ‘Il Lavoro dopo il Covid: prospettive e criticità’.

 

L’impegno di Conflavoro nel fare rete tra imprese e consulenti

“Il nostro rapporto coi consulenti del lavoro è, concettualmente e praticamente, semplice, sinergico e proficuo per tutte le parti. La nostra associazione – spiega Roberto Capobianco – conosce bene l’importanza che questi professionisti hanno per la vitalità e la corretta gestione delle imprese italiane. Di contro, è chiaro che il tessuto imprenditoriale è fondamentale per il lavoro dei consulenti. Ne consegue che le due categorie sono inscindibili: senza i consulenti e i loro servizi non ci sarebbero le imprese, e senza le imprese non ci sarebbero i consulenti. Anche e non solo per questo motivo sosteniamo con convinzione il Festival del Lavoro”.

“Uno degli impegni quotidiani di Conflavoro su tutti i territori – evidenzia il presidente – è quello di fare rete e di renderne le maglie sempre più forti e articolate. Ecco perché la nostra associazione è l’unica a non erogare alle imprese servizi che possano fare concorrenza a quelli dei consulenti. Adesso, dopo gli sforzi enormi dei Cdl in questi mesi, specie nel capitolo ammortizzatori sociali, tutti si sono accorti di quanto sia fondamentale questo binomio per lo sviluppo dell’economia italiana. Conflavoro continuerà a difenderlo e promuoverlo e, in sinergia, saremo più forti nel far valere le ragioni del lavoro come motore di ripartenza del Paese”.

 

👉 Clicca qui per il programma del Festival del Lavoro e per iscriverti ai webinar

 

Guarda il videomessaggio di Roberto Capobianco ai Consulenti del lavoro

 

Le aziende sono libere di scegliere il CCNL che ritengono migliore


Scopri nel video l’importanza di aderire al giusto Ente bilaterale


Lascia un commento