Da Conflavoro Pmi Lucca corso gratuito d’inglese B1 per disoccupati e partite Iva

Dal 28 novembre con un insegnante madrelingua: per riqualificarsi e riavvicinarsi al mondo del lavoro con una carta in più da giocare

Imparare l’inglese a costo zero e ampliare così il proprio bagaglio di skill. È l’occasione che Conflavoro Pmi Lucca offre a disoccupati, inoccupati e partite Iva di qualsiasi età mediante un corso esclusivo di lingua inglese livello intermedio B1. Si tratta di un corso altamente professionale con tanto di insegnante madrelingua. 12 lezioni da 4 ore ciascuna a partire dal prossimo 28 novembre nella sede territoriale dell’associazione delle piccole e medie imprese presieduta da Roberto Capobianco, in via del Brennero, 1040/BH. I posti rimasti sono davvero pochissimi, ma è ancora possibile iscriversi chiamando lo 0583 962114 o scrivendo a info@conflavoro.lu.it.

“Riqualificarsi secondo le richieste del mercato, sapersi rimettere in gioco e non arrendersi mai. E’ stato ideato per questi motivi – spiega Capobianco – il corso di inglese per chi è in cerca di un’occupazione. E non dovrebbe stupire che sia un’associazione datoriale a preoccuparsi di formare i lavoratori. Per Conflavoro Pmi, infatti, sono loro i pilastri fondamentali per rilanciare tutto il sistema impresa un poco alla volta”.

 

Rilanciare l’impresa con la formazione continua dei lavoratori

“Non bisogna mai dimenticarsi – sottolinea Capobianco – che l’impresa al suo centro ha un ingranaggio fondamentale ovverosia proprio il lavoratore. La formazione continua e professionalizzante, infatti, porta a incrementare senza sosta il suo know-how. In questo caso nelle conoscenze dell’inglese oppure, ad esempio, con il progetto parallelo già avviato proprio a Lucca nel metalmeccanico, sotto il profilo prettamente pratico. E delle nuove conoscenze del lavoratore, è inevitabile, ne giova anche l’azienda in un rapporto paritario e reciproco dell’imprenditore con il suo collaboratore”.

Il corso gratuito di inglese organizzato da Conflavoro Pmi Lucca, dunque, vuole offrire un’importante carta in più a chi è in cerca di una prima occupazione. E anche a chi, rimasto senza lavoro, desidera potenziare il proprio background formativo. Lo scopo è quello di rilanciarsi nel mercato puntando sulle conoscenze di una lingua ormai imprescindibile nel mondo del lavoro in qualsiasi settore.

Breaking News Dal Territorio Notizie

Lascia un commento