Addio stage, in Toscana Conflavoro Pmi e scuole firmano protocollo per apprendistato 2.0 degli studenti

I primi passi mossi in Toscana. Con l’apprendistato 2.0, formazione in azienda per gli studenti con un contratto vero e proprio

Anche l’istituto Pertini di Lucca ha firmato con Conflavoro Pmi il protocollo per l’apprendistato duale, il cosiddetto apprendistato 2.0 che permetterà di diffondere e promuovere con più efficacia alle aziende del territorio i vantaggi dell’alternanza scuola-lavoro così come prevista dal Dlgs 81/2015. Il nuovo protocollo è stato siglato da Roberto Capobianco, presidente di Conflavoro Pmi e Daniela Venturi, dirigente scolastico dell’Isi Sandro Pertini.

In Toscana – come in quasi tutte le altre regioni – la gran parte di imprese e scuole sono infatti all’oscuro di questa interessante opportunità: l’apprendistato duale non è infatti il solito stage o tirocinio, ma un contratto a tutti gli effetti che permette ai giovani di lavorare mentre ancora studiano. Chiaramente con dei vantaggi anche per quanto concerne il datore di lavoro.

 

Dal Marconi di Viareggio il primo studente assunto con l’apprendistato duale

Ma non c’è solo il Pertini tra i pionieri insieme a Conflavoro Pmi. Difatti, dopo un lungo periodo di confronto costruttivo tra l’associazione, Andrea Maggi ristoratore e vicepresidente della sezione Commercio & Turismo di Conflavoro Pmi Lucca e il preside dell’Isi Marconi di Viareggio Lorenzo Isoppo, anche l’istituto alberghiero della costa toscana aveva siglato nero su bianco il protocollo.

Ma, proprio per esaminare al meglio quanto disposto dalla normativa, con il Marconi la questione adesso è già andata oltre. E infatti uno studente – il primo in Toscana – è già stato assunto con la formula dell’apprendistato duale, contrattualizzato proprio da Andrea Maggi che crede fin dall’inizio in questa opportunità per aziende e giovani in formazione.

 

Un successo, per Daniela Venturi preside del Pertini

“Il Pertini – sottolinea Daniela Venturi preside del Pertini – ha sempre creduto nelle potenzialità dell’alternanza scuola-lavoro per lo sviluppo delle competenze professionalizzanti e relazionali dei propri studenti, tanto da destinare a tale attività un minimo di 305 ore. Scelta in controtendenza, che dedica molto più tempo rispetto a quanto indicato nelle nuove linee guida dei Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento, in cui sono previste 210 ore negli istituti professionali e 150 nei tecnici. Inoltre ogni anno presentiamo alla regione Toscana progetti per Percorsi di istruzione e formazione professionale per le qualifiche di addetto segretariale e addetto estetista, che richiedono 800 ore di attività di stage o azienda simulata”.
 
“Il protocollo per l’apprendistato duale stipulato con Conflavoro Pmi – sottolinea la dirigente scolastica – si inserisce in questo quadro poiché è un’importante opportunità per i nostri studenti di avere un vero e proprio contratto di lavoro mentre ancora sono a scuola. Sviluppare competenze professionali all’interno di un’impresa può rilevarsi un vantaggio molto competitivo per il loro futuro lavorativo e un salto di qualità per la scuola stessa nella capacità di costruire e gestire questi percorsi innovativi con la collaborazione di Conflavoro Pmi”.
 

Il presidente Roberto Capobianco: “Vantaggi per tutti con l’apprendistato duale”

 “L’apprendistato duale – sottolinea Roberto Capobianco – in un mondo del lavoro subissato da ogni tipo di ostacolo burocratico e fiscale, si rivela essere un ottimo percorso di crescita interno all’azienda. Uno strumento in grado di promuovere nel giovane una cultura d’impresa concreta e una formazione professionale efficace, un bel vantaggio anche per l’azienda stessa. Del resto non si tratta della classica alternanza scuola-lavoro fine a sé stessa che spesso, purtroppo, non porta a risultati rilevanti. Dunque siamo molto soddisfatti che anche l’istituto Pertini abbia capito subito le potenzialità dell’apprendistato duale. Adesso l’impegno di Conflavoro Pmi proseguirà per coinvolgere quanto più possibile imprese e scuole. Ne beneficerà tutta l’economia del territorio e i nostri giovani avranno una bella occasione per dimostrare il loro valore”.

Breaking News Dal Territorio Notizie

Lascia un commento