25 novembre 2021 – Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

donne

Messaggio del presidente Roberto Capobianco nella giornata simbolo contro il femminicidio e ogni tipo di violenza fisica e psicologica

Oggi, 25 novembre 2021, è la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Il presidente di Conflavoro PMI, Roberto Capobianco, vuole dedicare un pensiero al significato di una ricorrenza così importante.

 

Il mondo del Lavoro dice No alla violenza sulle donne. Questo deve essere il messaggio chiaro e l’impegno quotidiano di tutti noi. Ciascuno, nel proprio contesto, lavorativo o meno, può fare molto per frenare ogni azione discriminatoria, ogni sospetto o realtà di disparità tra uomo e donna. Ciascuno può e deve fare molto contro ogni tipo di violenza e predominio, fisico o psicologico che sia. Purtroppo ancora oggi è necessario rimboccarsi le maniche e darsi da fare perché alle belle parole seguano, costantemente, i fatti concreti. L’educazione civica e al rispetto fin dai primi banchi di scuola, un contesto lavorativo florido per tutti, un’ambiente familiare sano e che viva nel benessere. Questi sono assolutamente obiettivi primari da raggiungere per la nostra società. 

Nel 2021 sono già state uccise in Italia 109 donne come segnalato dall’Interno al 21 novembre, mentre nei primi nove mesi dell’anno oltre 12300 donne hanno contattato il numero antiviolenza e stalking 1522. Sono dati che fanno rabbrividire, e dietro c’è sempre una storia da ricordare, da non nascondere, da diffondere affinché non si ripeta in nessuna forma. Perché la violenza contro le donne è quel male che si vede, e nei casi estremi si trasforma in percosse fisiche e femminicidi. Però non dimentichiamoci mai che è anche quel male che non si vede e segna comunque in modo grave, con lo stalking, le pressioni psicologiche, l’umiliazione, l’impossibilità di realizzarsi nella vita a causa dei troppi ostacoli innaturali.

Il mondo del Lavoro dice No alla violenza sulle donne, ma c’è bisogno che le istituzioni e le associazioni di categoria lavorino insieme sempre di più per promuovere una vera e duratura cultura in tal senso. È necessario che il Governo investa maggiori fondi per un mondo imprenditoriale e lavorativo a misura di donna. La questione dell’indipendenza economica delle donne è fondamentale e molto della lotta alla violenza deve passare anche da qui. Il genio femminile deve essere sostenuto. La parità di genere e il valore della meritocrazia devono smettere quanto prima di essere un obiettivo e diventare invece la vita vera, una situazione talmente normale e sostanziale da non doverne nemmeno più parlare. Conflavoro PMI ha fatto, fa e farà sempre tutto il possibile per far sì che il mondo del Lavoro diventi l’emblema, il baluardo della difesa e della promozione dell’importanza della figura della donna in Italia.

Roberto Capobianco – Presidente nazionale di Conflavoro PMI

Breaking News In evidenza Nazionali Notizie

Lascia un commento