Le imprese sotto attacco: un vademecum per difendersi dalle truffe

Falsi bollettini, ingiunzioni di pagamento, denaro per marchi registrati: ecco come funzionano le truffe ai danni degli imprenditori. Contatta Conflavoro PMI se anche tu sei una vittima


Sembrano bollettini veri e invece…

Le imprese italiane sono continuamente sotto attacco. Non è sufficiente la pressione fiscale altissima, non basta il groviglio di burocrazia che rende un percorso a ostacoli avviare e proseguire con tranquillità una qualsiasi attività produttiva. Ecco, adesso, anche le truffe a rendere un incubo la vita agli imprenditori.
 
Non di rado, infatti, nelle sedi delle aziende, specie se di micro e piccola grandezza, arrivano richieste inaspettate di pagamenti. Bollettini che sembrano emessi dall’Agenzia delle entrate, dall’Inail e da altri enti statali. Ma anche, ad esempio, dalla Camera di commercio alla quale è iscritta l’impresa in questione.
 

Se li conosci li eviti: ecco il vademecum antitruffa

Ebbene, molte volte si tratta di una vera e propria truffa e gli imprenditori non devono pagare quanto richiesto. Rischiano, infatti e nella migliore delle ipotesi, di acquistare – tratti in inganno da un mittente solo in apparenza istituzionale – servizi senza la volontà di farlo.

Spesso i raggiri di questo genere si manifestano anche sotto forma di moduli da compilare, addebiti per un marchio registrato, oppure, ancora, si presentano come minacce di guai giudiziari se non viene saldata una determinata somma.

E’ dunque sempre utile tenere bene a mente il vademecum ‘Io non ci casco’, a cura dell’Antitrust, in cui sono riportati alcuni consigli a uso e consumo dell’imprenditore. E’ possibile scaricarlo cliccando qui.
 

Conflavoro PMI a fianco delle imprese truffate

Si tratta di una piaga che Conflavoro PMI ha segnalato più volte, ma che è difficile debellare per svariati motivi. Inoltre, una volta aperto il portafogli, per i malcapitati è complicato se non impossibile avere indietro il proprio denaro. Il raggiro, peraltro, nella sua semplicità, è talmente efficace da colpire non soltanto i nuovi imprenditori, ma da riuscire a trarre in inganno anche i più esperti.

Quindi, se anche la tua impresa riceve avvisi di questo genere, non lasciar correre e segnala subito il fatto a Conflavoro PMI chiamando gratuitamente il numero verde 800 911 958.

Breaking News In evidenza Nazionali Notizie

Lascia un commento