Made in Italy, Conflavoro all’IX Cabina di regia con Governo, ICE e SACE

Interventi di Conte, Di Maio, Patuanelli, fino ai vertici di SICE e SIMEST

Conflavoro Pmi partecipa oggi all’IX Cabina di regia per l’Italia internazionale, promossa dal ministero degli Esteri e dal ministero dello Sviluppo economico. I lavori si svolgeranno in videoconferenza e per Conflavoro parteciperà il presidente nazionale Roberto Capobianco. Presenti tutti i dicasteri correlati all’internazionalizzazione e al made in Italy. Tra i vari relatori figurano Conte, Gualtieri, Di Maio, Patuanelli, Franceschini, Pisano, il sottosegretario Di Stefano e il presidente della Conferenza delle Regioni Bonaccini, oltre al ‘braccio armato’ composto da Ferro (presidente Agenzia ICE), Palermo (AD CDP), Latini (AD SACE) e Salzano (Presidente SIMEST).
 
“La promozione delle nostre eccellenze e la ricerca di nuovi mercati è per Conflavoro uno degli impegni più intensi di questi anni. Molte sono le iniziative da noi veicolate – spiega Roberto Capobianco – in forma autonoma e, da tempo, con il sostegno diretto dell’Agenzia ICE e degli altri enti primari. Oriente e Medio Oriente sono gli obiettivi più adeguati per le nostre imprese: le nuove economie sono a portata di business, il mondo ha letteralmente fame di made in Italy. Quel che serve all’Italia è di far squadra sotto il profilo organizzativo, oltre a sostegni economici cospicui e a una supervisione come la Cabina di regia odierna, alla quale è molto importante partecipare”.
 
“Di queste tematiche abbiamo parlato spesso con le istituzioni durante i lavori di preparazione al Patto per l’Export – conclude Roberto Capobianco – e la stessa internazionalizzazione è stata approfonditamente trattata anche nel nostro forum annuale di pochi giorni, alla presenza proprio del sottosegretario Di Stefano, dei presidenti Ferro e Bonaccini e di illustri rappresentanti del made in Italy nel mondo, come Santo Versace. Conflavoro è sempre pronta al dialogo e alla sinergia: se vogliamo un futuro e una grande possibilità di rinascita per le nostre imprese, dobbiamo agire velocemente e con intenti comuni”.

Lascia un commento