Osservatorio Conflavoro: partecipa al sondaggio sul futuro delle imprese italiane

Investi 3 minuti del tuo tempo per rispondere al nostro questionario anonimo

L’Osservatorio nazionale per le piccole e medie imprese di Conflavoro, formato da una equipe di ricercatori afferenti a diverse discipline scientifiche e coordinati dalla dottoressa Sara Nanetti dell’Università Cattolica, sta conducendo un’indagine volta a esplorare come stiano cambiando le esigenze delle PMI e delle partite Iva italiane, al fine di individuare possibili spazi d’intervento. L’indagine viene realizzata mediante la compilazione di un questionario anonimo, che richiede circa 3 minuti per essere completato.

L’emergenza sanitaria nazionale, sfociata nella più grande crisi economica che si ricordi dal secondo dopoguerra, ha influito notevolmente nell’esercizio delle attività imprenditoriali. E così è stato anche nella vita della più estesa società economica. La crisi ha fatto emergere molte criticità preesistenti, ma consente, allo stesso tempo, di individuare possibili soluzioni e strategie per il futuro.

Consapevoli del fatto che il futuro deve necessariamente partire dall’economia reale del Paese, Conflavoro e il suo Osservatorio hanno così deciso di coinvolgere nell’indagine chiunque in Italia faccia impresa o sia titolare di una partita Iva. Insomma, il cuore pulsante del nostro tessuto economico. Chi, cioè, rischia già oggi più di ogni altro.

L’indagine, che ribadiamo essere anonima e i cui risultati saranno in forma aggregata, è aperta anche a chi non è associato a Conflavoro. Le domande sono semplici, dirette e toccano tutte le tematiche più calde per le imprese e i professionisti attivi in Italia: dalla burocrazia, al costo del lavoro, agli ammortizzatori sociali, agli incentivi.

Tutti i contributi sono di estrema importanza per fornire, poi, alle istituzioni un quadro il più ampio possibile della situazione reale del Paese.

Per eventuali richieste di chiarimento è possibile contattare il numero verde Conflavoro 800 911 958 e, per problemi tecnici, il dottor Giuseppe Monteduro all’email monteduro.giuseppe@gmail.com facendo naturalmente riferimento alla presente indagine.
 

Clicca qui per rispondere al questionario in 3 minuti!

Lascia un commento