Pmi e professioni del Lazio, 5 milioni per progetti innovativi e digitali

Ammissibili progetti tra i 7 mila e i 25 mila euro con lo stanziamento a fondo perduto del 70% del loro importo

La regione Lazio mette a disposizione delle Pmi (in forma singola) e dei professionisti  (con partita Iva) 5 milioni di euro finalizzati alla digitalizzazione delle loro attività, così da rafforzare il sistema produttivo laziale ammodernandolo con servizi e soluzioni ICT. Sono previste una riserva di 1,5 milioni di euro per le imprese del commercio e una riserva del 20% per i comuni delle Aree di crisi complessa del Lazio.

Per tutte le info e il supporto necessario alla presentazione della domanda è possibile scriverci all’indirizzo email incentivi@conflavoro.it. Ti metteremo in contatto con la sede Conflavoro Pmi più vicina a te.
 

I progetti ammissibili e i contributi stanziabili

Ogni tipologia di intervento deve essere realizzato sotto la responsabilità di un unico fornitore. Significa che è possibile acquistare i beni da più fornitori, ma solo su indicazione del fornitore principale.

I progetti devono presentare un importo compreso tra 7 mila e 25 mila euro e non devono essere stati avviati prima del 1° gennaio 2019. il contributo è concesso in regime de minimis, a fondo perduto nella misura massima del 70% dell’importo complessivo del progetto ammesso.
 

Le aree i cui progetti sono ammissibili allo stanziamento

Digital marketing;
E-commerce;
Punto vendita digitale;
Prenotazione e pagamento;
Stampa 3D;
Internet of things;
Logistica digitale;
Amministrazione digitale;
Sicurezza digitale;
Sistemi integrati;

 

Per tutte le info e il supporto necessario alla presentazione della domanda è possibile scriverci all’indirizzo email incentivi@conflavoro.it. Ti metteremo in contatto con la sede Conflavoro Pmi più vicina a te.

Breaking News Dal Territorio Notizie

Lascia un commento