Regione Marche, incentivi alle PMI che guardano al mercato estero

Bando di 400 mila euro per l’internazionalizzazione delle PMI

 
ANCONA – Ancora due settimane di tempo per partecipare al bando indetto dalla Regione Marche atto a incentivare l’internazionalizzazione delle PMI del territorio marchigiano. Il budget finanziario messo a disposizione dalla giunta Ceriscioli è di 400 mila euro e il termine utile per presentare domanda sono le 13 di lunedì 11 dicembre 2017.
 
Il bando ha l’obiettivo di sostenere i progetti strategici nei settori produttivi che vadano a sviluppare azioni coordinate sui mercati di Stati Uniti e Canada. I soggetti beneficiari sono gli incubatori d’impresa, sia quelli certificati sia quelli non certificati costituiti in ATI Marche.
 
Il finanziamento a fondo perduto concesso dalla Regione coprirà fino all’80 per cento delle spese ammissibili e sarà erogato al singolo incubatore. In seguito, esso corrisponderà a ciascuna startup e PMI innovativa fino a un massimo di 10 mila euro, trattenendo un massimo di 80 mila euro per i servizi resi al progetto.
 
Sono ammesse le tipologie di spese relative alle attività materiali, ad esempio per macchinari, impianti, attrezzature e strumentazioni. E quelle relative ai costi immateriali, riguardanti servizi ICT, programmi informatici, licenze e certificazioni funzionali al progetto
 
Per ogni ulteriore informazione e per partecipare, consultare il bando su questa pagina.

Breaking News Dal Territorio Notizie

Lascia un commento