Turismo e manifatturiero, dalla regione Toscana 8,5 milioni per imprese e professionisti

Il bando sostiene l’internazionalizzazione di micro imprese e PMI, liberi professionisti e altri soggetti. Scopri di più con Conflavoro PMI Lucca

Conflavoro PMI Lucca ricorda che è ancora possibile partecipare, fintantoché vi sono fondi disponibili, al bando della regione Toscana per l’internazionalizzazione del sistema produttivo e dell’offerta turistica. I destinatari sono le micro, piccole e medie imprese localizzate sul territorio regionale, ma anche i liberi professionisti associati e non, nonché i consorzi e le imprese con o senza personalità giuridica. Sempre, naturalmente, attivi in Toscana.

Lo stanziamento complessivo iniziale è di 8,5 milioni di euro: 6,2 milioni per il manifatturiero e 2,3 per il settore del turismo. E, a oggi, oltre la metà è ancora disponibile. Sono, infatti, stati concessi soltanto 490 mila euro al momento, tutti destinati al manifatturiero. E sono, invece, in istruttoria fondi per altri 3,3 milioni, di cui soltanto 98 mila euro sono richiesti per il settore turistico.

Le agevolazioni sono stanziate sotto forma di contributo in conto capitale e di voucher, in quest’ultimo caso per le spese rivolte ai fornitori nazionali. Questo bando, inoltre, rientra nell’ambito del progetto per i giovani denominato GiovaniSì.

 

Forma e misura dell’agevolazione

I soggetti interessati devono presentare un progetto di investimento innovativo per l’internazionalizzazione rivolta ai Paesi che non fanno parte dell’Unione Europea. Per quanto riguarda gli interventi ammissibili, le micro imprese devono proporre investimenti tra i 10mila e i 150mila euro. Le piccole imprese tra i 12.500 e i 150mila euro. Le medie imprese tra i 20mila e i 150mila euro.

Per tutte le ulteriori informazioni è possibile contattare Conflavoro PMI Lucca all’indirizzo email incentivi@conflavoro.lu.it. I nostri esperti sapranno rispondere a ogni tua domanda e ti aiuteranno nella partecipazione al bando.

Breaking News Dal Territorio Notizie

Lascia un commento