Verona, boom di fiducia delle imprese in Conflavoro PMI: +20% in un anno

Servizi, innovazione, formazione, agevolazioni: il presidente di Conflavoro PMI Verona racconta una realtà in piena espansione

Rivolta soprattutto alle micro e piccole imprese – sempre più asse portante dell’economia italiana – ma anche alle altre realtà imprenditoriali, Conflavoro PMI, la confederazione nazionale delle piccole e medie imprese, registra a Verona un aumento di adesioni del 20% rispetto allo scorso anno, raggiungendo ormai il migliaio di associati. Conflavoro PMI è presente con oltre 80 sedi in tutto il territorio italiano. Nel veronese ha sede dal 2013 a Villafranca e registra una crescita costante del 20-25% di iscritti l’anno. A livello regionale supera i 3700 associati nelle quattro province in cui è attualmente presente: Padova, Treviso, Vicenza e, appunto, Verona.
 

Ghiotti: “Siamo imprenditori a servizio degli imprenditori”

“Conflavoro PMI – afferma il presidente provinciale Mirco Ghiotti – è fatta di persone, di imprenditori e di professionisti che ogni giorno si ingegnano, operano e lavorano per far ripartire la grande macchina aziendale del nostro Paese. Conflavoro PMI è particolarmente attenta al problema delle piccole e medie imprese, sempre più in difficoltà per motivi non solo legati alla crisi economica, ma anche al carico fiscale e alla burocrazia che le attanaglia. La tutela quotidiana che offriamo loro è fondamentale perché le PMI in Italia, sono abbandonate a sé stesse. E questo è a dir poco incredibile”.

“I problemi, ad esempio e in linea generale, si riscontrano anche nell’accesso al credito. Le piccole realtà aziendali – sottolinea Ghiotti – denunciano molte più complicazioni, rispetto ai grandi gruppi, nel reperire agevolazioni e sostegno da parte delle istituzioni. Conflavoro PMI, quindi, garantisce a tutti i soci assistenza e affiancamento alla loro vita imprenditoriale. Offriamo, oltre ai servizi ordinari, come appunto accesso al credito, tutela legale, consulenza finanziaria per il controllo di gestione e formazione in ambito di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, un’effettiva assistenza sindacale a favore dell’intera impresa. In particolare prestiamo molta cura alla gestione effettiva e innovativa dei contratti collettivi nazionali, con un approccio che ci distingue dalle storiche sigle datoriali”.

Conflavoro PMI sostiene e promuove lo sviluppo delle imprese attive in ogni settore, nessuno escluso. Dall’industria all’agricoltura, dai trasporti all’artigianato, passando dal commercio e dai servizi fino al mondo delle libere professioni.

“Siamo a stretto contatto con i nostri associati – prosegue Ghiotti – e ne conosciamo perfettamente problematiche e aspettative. Ogni sede provinciale, infatti, è costituita da imprenditori che lavorano sul territorio per il territorio. Su Verona organizziamo almeno una volta al mese un incontro gratuito rivolto sia agli associati sia alle altre realtà imprenditoriali, focalizzandoci su tematiche di stretta attualità come le problematiche sui contratti di leasing, la normativa del Bail In bancario, come gestire al meglio i contratti commerciali, ma anche le agevolazioni fiscali con il credito d’imposta o contributi Inail”.

 

Sportelli attivi per i bisogni di qualsiasi tipo di impresa

Conflavoro PMI, infatti, ha attivato una serie di sportelli su vari argomenti di massimo interesse per le imprese del territorio veronese, così da fornire loro un aiuto che sia davvero concreto. I prossimi appuntamenti riguarderanno la gestione del patrimonio nel passaggio generazionale, la fatturazione elettronica e la normativa del Gdpr sulla Privacy. Di recente si  è tenuto, fra gli altri, un incontro sulle opportunità e le leve fiscali per il welfare aziendale, grazie anche a una convenzione nazionale stipulata da Conflavoro PMI con le Assicurazioni Generali.

“Un altro degli obiettivi del 2019 – conclude Ghiotti – è la formazione continua, professionale e qualificante per gli imprenditori che vogliono imparare a gestire al meglio la propria impresa. Purtroppo abbiamo constatato che la chiusura di molte attività è dovuta non solo alla crisi economica, ma anche alla mancanza di preparazione degli imprenditori. La verità è che il mondo del lavoro è cambiato e per uscirne vincitori c’è bisogno di una visione innovativa. Conflavoro PMI, senza alcuna presunzione, ce l’ha. E ce l’ha poiché siamo scevri da ogni ideologia: pensiamo solo al benessere e alla dignità di imprenditori e lavoratori”.

Lascia un commento