Audizione Conflavoro Pmi su reddito cittadinanza e quota 100 – GUARDA L’INTERVENTO

Conflavoro Pmi invitata all’audizione sui due cavalli di battaglia di M5S e Lega. La delegazione porta ai commissari alcune proposte ed emendamenti

Dopo il via libera del Senato, prosegue alla Camera l’iter della conversione in legge del Dl 4/2019 su reddito di cittadinanza e pensioni. Una delegazione di Conflavoro Pmi partecipa oggi alle audizioni delle commissioni congiunte XI e XII, Lavoro e Affari sociali, presiedute rispettivamente dagli onorevoli Andrea Giaccone e Marialucia Lorefice. L’audizione si svolge nella Sala del mappamondo di palazzo Montecitorio a partire dalle 14.50.

Tra le varie istanze presentate, e in relazione all’assunzione dei beneficiari del reddito di cittadinanza, Conflavoro Pmi si è concentrata sull’opportunità di permettere l’accesso a sgravi e contributi anche alle piccole e medie aziende che applichino contratti a termine. E non solo, dunque, a chi applica contratti a tempo indeterminato. “Riteniamo opportuno privilegiare la possibilità per le aziende di assumere – ha affermato Alfredo Trinchese in audizione –  ed essere sgravate dai contributi anche per quanto concerne i contratti a  tempo determinato. Ciò faciliterebbe la stessa capacità di assumere e aumenterebbe la produttività dell’intero Paese”.

Una maniera, questa, che non inficerebbe la formazione riqualificante del disoccupato, ma la valorizzerebbe allo stesso modo permettendogli di apprendere il mestiere direttamente a contatto con la realtà produttiva. E se l’obiettivo ultimo resterebbe chiaramente il suo inserimento in azienda a tempo indeterminato, al contempo si creerebbero per il datore di lavoro condizioni maggiormente favorevoli.

Perché, se è vero che le Pmi rappresentano il 90% del tessuto economico italiano e ne sono dunque la spina dorsale, è altrettanto vero che non possono sempre presentare una sostenibilità finanziaria tale da assicurare – subito e a ‘scatola chiusa’ – contratti a tempo indeterminato ai nuovi assunti. Una mancata considerazione dei contratti a tempo determinato dei benefici previsti per le Pmi dal reddito di cittadinanza, in conclusione, potrebbe vanificare la bontà dell’impianto stesso del provvedimento in discussione ora alla Camera.

 

RIVEDI L’INTERVENTO DI CONFLAVORO PMI IN AUDIZIONE

 

Lascia un commento