Conflavoro PMI / Economia / Bonus 200 euro per autonomi e professionisti, i requisiti per fare domanda
Economia

Bonus 200 euro per autonomi e professionisti, i requisiti per fare domanda

La misura riguarda i lavoratori autonomi che nell’anno di imposta 2021 abbiano percepito un reddito complessivo non superiore a 35mila euro

Firmato il Decreto che disciplina i criteri e le modalità per la concessione del bonus 200 euro dal Decreto Aiuti a sostegno del potere d’acquisto dei lavoratori autonomi e dei professionisti conseguente alla crisi energetica e al caro prezzi. 

Per l’anno 2022 sono a disposizione 600 milioni di euro. La misura è finanziata con dotazione finanziaria implementata dal Decreto Aiuti bis.

Chi sono i benificiari del bonus 200 euro?

I beneficiari dell’indennità sono i lavoratori autonomi e professionisti iscritti alle gestioni previdenziali dell’Inps che nel periodo d’imposta 2021 abbiano percepito un reddito complessivo inferiore a 35mila euro.

Per usufruire del bonus 200 euro i destinatari devono essere già iscritti alle gestioni previdenziali alla data di entrata in vigore del Decreto Aiuti, con partita IVA e attività lavorativa avviata. 

Devono inoltre aver eseguito almeno un versamento, totale o parziale, per la contribuzione dovuta alla gestione di iscrizione per la quale è richiesta l’indennità, con competenza a decorrere dall’anno 2020.

Come si presenta la domanda?

La domanda va presentata agli enti di previdenza cui si  è obbligatoriamente iscritti secondo i termini e le modalità predisposte dai singoi enti previdenziali. 

L’indennità è corrisposta sulla base dei dati dichiarati dal richiedente e disponibili all’ente erogatore al momento del pagamento.

È inoltre soggetta a successiva verifica, anche attraverso le informazioni fornite in forma disaggregata per ogni singola tipologia di redditi dall’amministrazione finanziaria e ogni altra amministrazione pubblica che detenga informazioni utili.


Leggi le ultime notizie di Economia

Scopri le altre nostre convenzioni