Conflavoro PMI / Lavoro / Trasporti, Animazione e Gas, Conflavoro PMI rinnova tre dei suoi CCNL
Lavoro

Trasporti, Animazione e Gas, Conflavoro PMI rinnova tre dei suoi CCNL

Al CCNL Moda, Pelletteria, Calzaturiero, Tessile e Abbigliamento e al CCNL Lavanderie e Tintorie – rinnovati nei mesi di febbraio e marzo – si inseriscono il CCNL Distribuzione delle Merci, della Logistica e dei Servizi Privati; i CCNL Aziende di Animazione e Intrattenimento e il CCNL Letturisti Acqua, Gas e Energia Elettrica

Conflavoro PMI è intervenuta con il rinnovo di una serie di contratti collettivi disciplinanti settori molto importanti. Primo il CCNL Distribuzione delle Merci, della Logistica e dei Servizi Privati con decorrenza il 1° maggio; i CCNL aziende di Animazione e Intrattenimento e il CCNL Letturisti Acqua, Gas, Energia Elettrica, entrambi con decorrenza il 1° giugno.

Gli obiettivi dei Contratti Collettivi Conflavoro PMI

Tali rinnovi, pur nel rispetto delle peculiarità dei singoli settori, seguono il principio dell’aggiornamento e dell’allineamento rispetto alle mutate esigenze economiche e del mondo del lavoro. Complice la crisi economica generata prima dalla pandemia da Covid-19 e poi dalle difficoltà nel reperimento delle materie prime. Conseguente l’aumento dei prezzi dovuti alla guerra Russo-Ucraina.

Il fine è quello di disciplinare in maniera ancor più dettagliata i rapporti di lavoro tra le Aziende rientranti nei campi di applicazione dei contratti collettivi in questione e i relativi lavoratori.

Cosa garantiscono i Contratti Collettivi indicati?

– il completo aggiornamento della disciplina dello smart working e del lavoro a distanza;
– l’opportunità del preavviso attivo, inteso come periodo volto al ricollocamento del lavoratore nel mercato del lavoro attraverso l’interazione tra datore di lavoro ed Ente Bilaterale;
– integrano la disciplina del contratto di reinserimento.

Quest’ultimo è un elemento di spessore, soprattutto in considerazione della sua funzione di reinserimento nel mondo del lavoro di risorse umane in difficoltà.

Inoltre, con l’obiettivo di rilanciare l’economia attraverso un aumento retributivo che possa influire positivamente sul potere di acquisto, i testi prevedono delle nuove tabelle retributive: 1° giugno per il CCNL Letturisti; 1° ottobre per il CCNL Distribuzione delle merci e logistica; 1° novembre per il CCNL Aziende di Animazione.

Ogni contratto collettivo prevede poi degli interventi mirati relativi all’ampliamento delle possibilità di attivazione di contratti a tempo determinato nel CCNL Aziende di animazione e nel CCNL Distribuzione delle Merci. Prevista inoltre la previsione dell’istituto della stagionalità nel contratto collettivo Letturisti, intesa come la possibilità di assumere lavoratori a tempo determinato senza limiti e apprendisti anche a tempo determinato.

I principi fondamentali 

Da un punto di vista complessivo, i contratti sono in linea con i principi ai quali si ispira la contrattazione collettiva di Conflavoro PMI:

– semplicità e snellezza di forma e struttura;
– flessibilità e multiperiodicità dell’orario di lavoro;
– lotta all’assenteismo mediante una disciplina attenta della malattia;
– contratti part-time senza vincoli di orario minimo settimanale;
 – previsione delle retribuzioni di primo ingresso e retribuzioni ridotte in caso di start-up e nuove attività;
– inserimento degli scatti di merito in luogo degli scatti di anzianità;
– periodo di prova di 6 mesi per quadri e primi livelli e 3 mesi per gli altri livelli; 4 settimane di ferie;
– eliminazione dei ROL.

In conclusione, i nuovi Contratti Collettivi intervengono ad aggiornare la disciplina relativa a settori con particolari esigenze in maniera più approfondita, ma allo stesso tempo chiara e lineare, rispetto ai contratti collettivi già presenti in materia.


Scopri tutti i nostri Contratti Collettivi

Scopri le altre nostre convenzioni