Conflavoro PMI / Lavoro / Rinnovato il CCNL Installatori e Manutentori Piscine Conflavoro PMI
Lavoro

Rinnovato il CCNL Installatori e Manutentori Piscine Conflavoro PMI

Tra le novità: estensione dell’orario settimanale a 48 ore, smart working, eliminazione della quattordicesima mensilità 

In data 20 gennaio 2023, Conflavoro PMI, Fesica e Confsal hanno rinnovato il CCNL Installatori e Manutentori di Piscine con validità e decorrenza da oggi (1° febbraio).

Il nuovo testo del CCNL Installatori e manutentori piscine prevede un’impostazione di articoli che ricalca la struttura tipica dei CCNL Conflavoro PMI – all’insegna della semplicità di lettura e chiarezza delle normative contrattuali – pur tuttavia mantenendo alta l’attenzione sulle peculiarità del settore, attraverso la previsione di istituti contrattuali ad hoc.

In questo senso, fondamentale è stata la partecipazione attiva e proattiva di Acquanet – associazione altamente rappresentativa del settore – che, in persona della presidentessa Rossana Prola, ha portato all’attenzione le problematiche incontrate nella gestione di imprese del settore e dei relativi rapporti di lavoro.

CCNL installatori e manutentori piscine, le novità

Tra le principali novità del CCnl Installatori e manutentori piscine vi è l’estensione dell’orario settimanale a 48 ore e la previsione di nuove forme contrattuali che possano premiare l’occupazione: il contratto di reinserimento, il contratto di lavoro intermittente e lo smart working. Le ultime due forme contrattuali nello specifico, sono state introdotte anche in considerazione del fatto che le aziende operanti in questo settore non presentano una costante e stabile attività lavorativa, ma concentrano il proprio operato in determinati periodi dell’anno. In quest’ottica, il contratto intermittente o “a chiamata” consente di avere a disposizione il lavoratore nelle giornate di effettiva necessità, mentre lo smart working consente di impiegare i lavoratori in attività d’ufficio nei periodi di minore intensità lavorativa.

Novità fondamentale riguarda l’eliminazione della quattordicesima mensilità, che resta come condizione di miglior favore per i soli lavoratori già assunti alla data del 31 gennaio 2023.

Per le nuove assunzioni (a decorrere dal 1° gennaio), è stato invece previsto un welfare di 200€ annui, da riproporzionare in caso di part-time e in base ai mesi di anzianità di ogni lavoratore nel periodo intercorrente dal 1° gennaio al 31 dicembre dell’anno precedente.

Altri interventi rilevanti del CCNl installatori e manutentori piscine riguardano l’aggiornamento delle retribuzioni ridotte e di primo ingresso; l’inserimento del preavviso attivo; la possibilità di assumere a tempo determinato 3 lavoratori nelle unità produttive che hanno in organico fino a 5 dipendenti a tempo indeterminato, apprendisti e assunti con contratto di reinserimento, opportunità che si aggiunge alla proporzione del 50% già presente nella precedente versione contrattuale, nonché la previsione di nuovi minimi contrattuali in 3 tranches, allo scopo di rinvigorire il potere d’acquisto dei lavoratori inquadrati come installatori e manutentori piscine.

Conflavoro PMI offre alle imprese associate l’affiancamento costante e il dialogo continuo con politica e istituzioni

Scopri tutti i servizi che garantiamo subito ai nostri associati

Scopri le altre nostre convenzioni