Conflavoro PMI / Imprese / Edifici fuori norme antisismiche e cantieri a rischio in Sicilia, Sos di Conflavoro sui bonus edilizi
Imprese

Edifici fuori norme antisismiche e cantieri a rischio in Sicilia, Sos di Conflavoro sui bonus edilizi

Pullara: “Trovare soluzioni alternative e strutturali per la salvaguardia sia delle imprese e professionisti collegati alla filiera economica dell’edilizia, sia del patrimonio immobiliare e il tessuto urbanistico”

In Sicilia solo il 6,8% delle scuole sono state progettate secondo le norme antisismiche: i vertici di Conflavoro e degli ingegneri, dopo aver lanciato l’SOS, hanno trasmesso una richiesta ai parlamentari siciliani per richiedere specifici interventi legislativi.

Al centro del report Conflavoro alcune richieste: l’importanza dei bonus edili, a partire dal 110 per cento, ma anche lo snellimento burocratico e i contributi per le costruzioni antisismiche alla luce degli ultimi dati preoccupanti su terremoti ed edifici da adeguare.

Il secondo dato viene dalle statistiche dell’Ingv (Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia) che riportano un anno da primato per numero di terremoti: nell’Isola +8% del totale del Paese.

Il commento di Giuseppe Pullara, segretario regionale Conflavoro PMI Sicilia e vicepresidente nazionale Conflavoro PMI

“Bene gli interventi annunciati nelle scorse settimane dal presidente della Regione Sicilia, Renato Schifani e dall’assessore Mimmo Turano, con almeno 15 milioni stanziati dalla regione per le scuole dell’infanzia e le scuole secondarie di secondo grado – dice il segretario regionale e vicepresidente nazionale Conflavoro PMI, Giuseppe Pullara -. È un inizio. Più in generale occorre pensare alle infrastrutture e alla manutenzione del territorio, a una cultura della sicurezza che coinvolga imprese e famiglie con specifici e cospicui incentivi per l’edilizia antisismica”.

Pullara poi aggiunge: “Il PNRR stanzia per tutto il territorio nazionale circa 14 miliardi per l’Ecobonus e il Sismabonus fino al 110%, ma ovviamente è necessario anche velocizzare e semplificare la burocrazia a ogni livello. Altrimenti, e già accade, i fondi restano inutilizzati. Basti pensare che la classificazione antisismica, grazie alle segnalazioni dell’Ordine degli Ingegneri, è stata aggiornata dopo quasi un ventennio permettendo solo da pochi mesi a molti Comuni l’accesso alle detrazioni fiscali. Il terremoto in Turchia e Siria ha lasciato inorridito il mondo intero per la catastrofe umana e la facilità con cui gli edifici sono crollati trasformandosi in trappole mortali”.

Giuseppe Pullara ha poi incontrato alcuni rappresentanti degli ordini degli Ingegneri, a partire dal presidente dell’ordine di Agrigento, Achille Furioso e ha condiviso l’appello dei professionisti per salvare il Superbonus in quanto secondo le modifiche apportate “non potrà più essere utilizzata l’opzione dello sconto in fattura o della cessione del credito al posto della detrazione per i bonus edilizi”.

Alla classe politica viene chiesto di “trovare soluzioni alternative e strutturali per la salvaguardia sia delle imprese e professionisti collegati alla filiera economica dell’edilizia, sia del patrimonio immobiliare e il tessuto urbanistico”.

Guarda il servizio del TGR Rai Sicilia

Conflavoro PMI offre alle imprese associate l’affiancamento costante e il dialogo continuo con politica e istituzioni

Scopri tutti i servizi che garantiamo subito ai nostri associati

Scopri le altre nostre convenzioni