Conflavoro PMI / Economia / Manovra, Capobianco: “Detassare rinnovi contratti collettivi”
Economia

Manovra, Capobianco: “Detassare rinnovi contratti collettivi”

Al Tavolo di confronto a Palazzo Chigi, il presidente di Conflavoro esprime apprezzamento per la Manovra ma chiede ulteriori passi avanti per lo sviluppo delle imprese

“Detassare i rinnovi dei contratti collettivi, richiesta già avanzata in sede di dibattito sul salario minimo”. E’ quanto proposto dal presidente di Conflavoro, Roberto Capobianco, a Palazzo Chigi durante l’incontro sulla Manovra con Giorgia Meloni e gli altri esponenti del governo.

“Una soluzione dai benefici immediati – spiega Capobianco – perché permette alle imprese di sostenere i propri lavoratori contro inflazione e carovita, incentivando al contempo una contrattazione di qualità. Una soluzione che crediamo possa e debba trovare la luce in uno dei prossimi provvedimenti utili”.

“Dopo la Manovra ci aspettiamo nuovi passi avanti con la riforma fiscale”

Capobianco ribadisce poi il plauso dell’associazione all’attenzione che la manovra dedica al mondo del lavoro: “Auspichiamo che le misure diventino strutturali e che le novità, come preventivato, si possano già riscontrare con la riforma fiscale, ad esempio stabilizzando la soglia esentasse dei fringe benefit. Importante sarà però riuscire a capire come ridurre, finalmente, il costo del lavoro a carico delle imprese: la vera partita per l’economia del Paese si gioca in quel campo. Bene infine – conclude Capobianco – l’annuncio arrivato in diretta al tavolo sull’ok della Commissione Ue alla revisione del Pnrr: ci è stato assicurato che le PMI saranno centrali e questo è quanto chiediamo fin dal primo giorno”.

Scopri le altre nostre convenzioni