Conflavoro PMI / Politica / Ddl di Bilancio, il presidente Conflavoro PMI: “Giusta la direzione, ma servono più risorse per le imprese”
Politica

Ddl di Bilancio, il presidente Conflavoro PMI: “Giusta la direzione, ma servono più risorse per le imprese”

Roberto Capobianco: “Sicuramente è positiva la valutazione sull’innalzamento della flat tax fino a 85 mila euro per autonomi e professionisti, così come sulla tregua fiscale”

“Riguardo le misure presentate in conferenza stampa dal premier Giorgia Meloni, comprendiamo l’approccio prudente e realista, oltre che  sostenibile per la finanza pubblica, richiesto dalla situazione economica complessiva, ma certamente non si tratta di interventi risolutivi a lungo termine dei tantissimi problemi che stanno affliggendo imprese e famiglie in questo periodo storico”. Questo il primo commento di Roberto Capobianco, presidente nazionale Conflavoro PMI, sul disegno di legge di Bilancio approvato stanotte dal Consiglio dei Ministri e presentato questa mattina dalla premier.

“Sicuramente è positiva la valutazione sull’innalzamento della flat tax fino a 85 mila euro per autonomi e professionisti, così come sulla c.d. tregua fiscale, che tra le altre cose prevede la cancellazione delle cartelle fino a 1000 euro e la rateizzazione dei pagamenti non effettuati nel 2022 a causa del Covid, del caro bollette o di altre difficoltà economiche, senza aggravio di sanzioni e interessi. Previsioni, queste ultime, che tengono conto delle difficoltà in cui attualmente si trovano le micro e piccole imprese”.

Sul taglio del cuneo fiscale, per il presidente Capobianco la vera battaglia di questo governo dovrà essere quella di renderlo strutturale fino al suo abbattimento definitivo, mentre il credito d’imposta per le imprese, seppur incrementato, continua ad essere soltanto una misura tampone. “Bisognerebbe invertire la tendenza quantomeno creando un vero e proprio fondo di garanzia pubblica per i finanziamenti alle PMI, che necessitano della liquidità per affrontare il dramma del caro-bollette”.

“Attendiamo di visionare il testo della Legge di Bilancio che sarà trasmesso al Parlamento – conclude Roberto Capobianco -, certi che in quella sede verrà dato ascolto alle nostre proposte, anche al fine utilizzare per interventi migliorativi quei 500 milioni non ancora destinati”.

Conflavoro PMI offre alle imprese associate affiancamento e assistenza per un dialogo continuo con le istituzioni locali e nazionali.

Diventa socio della più grande associazione di categoria delle piccole e medie imprese italiane

Scopri le altre nostre convenzioni