Fondo per le PMI creative, cosa finanzia? Chi può richiedere le agevolazioni?

imprese creative

Offre contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati per incentivarne la nascita, lo sviluppo e il consolidamento delle PMI creative

Un’opportunità per tutte le PMI creative. Cosa finanzia? Quali sono i requisiti per accedere al bonus? Capiamolo insieme.

A chi si rivolge il Fondo per le PMI creative?

Il Fondo è rivolto a sostenere imprese di micro, piccola e media dimensione, con sede legale e operativa ubicata in Italia, operanti nel settore creativo. 

Inoltre il Fondo si rivolge alle imprese di micro, piccola e media dimensione operanti in qualunque settore, fatte salve le esclusioni derivanti dalla normativa in materia di aiuti di Stato applicabile, che intendono acquisire un supporto specialistico nel settore creativo.

Intendi costituire un’impresa creativa? Il fondo è anche per te

Possono richiedere le agevolazioni le persone fisiche che intendono costituire una impresa creativa, purché: 

  • – Entro 60 giorni dalla comunicazione di ammissione alle agevolazioni inviata dal soggetto gestore, facciano pervenire la documentazione necessaria a comprovare l’avvenuta costituzione dell’impresa e il possesso dei requisiti richiesti per l’accesso alle agevolazioni.

Nel caso in cui i predetti soggetti non dimostrino l’avvenuta costituzione nei termini sopra indicati, la domanda di agevolazione è considerata decaduta.

Quali agevolazioni offre il fondo per le PMI creative?

Per gli interventi volti alla creazione, allo sviluppo e al consolidamento delle imprese creative:

  • – le agevolazioni assumono la forma di una combinazione tra contributo a fondo perduto e finanziamento agevolato;
  • – le iniziative devono prevedere spese ammissibili non superiori a 500 mila euro, al netto d’IVA, ed essere realizzate entro 24 mesi dalla data di trasmissione del provvedimento di concessione delle agevolazioni controfirmato dall’impresa beneficiaria.

Nello specifico, le agevolazioni sono concesse fino a una percentuale massima di copertura delle spese ammissibili pari all’80% di cui:

  •  – una quota massima pari al 40%  nella forma del contributo a fondo perduto; 
  •  – una quota massima pari al 40% delle spese ammissibili nella forma del finanziamento agevolato, a un tasso pari a zero e della durata massima di dieci anni. 

Per interventi volti a promuovere la collaborazione tra imprese creative e soggetti operanti in altri settori:

  • – le agevolazioni concedibili assumono la forma del contributo a fondo perduto (voucher), fino a copertura del 80 per cento delle spese per l’acquisizione dei servizi specialistici nel settore creativo  per un importo massimo pari a 10 mila euro.

Le agevolazioni devono essere inerenti ad azioni di sviluppo di marketing e sviluppo del brand; design e design industriale; incremento del valore identitario del company-profile; innovazioni tecnologiche nelle aree della conservazione, fruizione e commercializzazione di prodotti di particolare valore storico, artistico e culturale.

Sei una start-up creativa e vuoi accedere al Fondo?

Puoi richiedere la conversione di una quota del finanziamento agevolato concesso in contributo a fondo perduto a fronte di investimenti nel relativo capitale di rischio.

Quali sono le spese ammissibili?

Sono ammissibili le spese relative a immobilizzazioni materiali e immateriali, necessarie, coerenti e funzionali all’attività oggetto dell’iniziativa agevolata; opere murarie (nel limite del 10% del programma complessivamente considerato ammissibile) ed esigenze di capitale circolante (nel limite del 50% delle spese complessivamente ritenute ammissibili).

Costituiscono spese ammissibili alle suddette agevolazioni anche quelle sostenute per l’acquisizione di servizi specialistici erogati da università o enti di ricerca.


Termini e modalità di compilazione delle domande?

Per le PMI creative italiane che vogliono chiedere i contributi per avvio, sviluppo e consolidamento imprese creative, la compilazione domande è prevista dalle ore 10 di lunedì (20 giugno)

 L’invio delle domande è possibile dalle ore 10 del 5 luglio.

 Agli incentivi per la promozione della collaborazione tra imprese creative e soggetti operanti in altri settori si può invece accedere compilando le domande dalle ore 10 del 6 settembre

 L’invio delle domande è possibile dalle ore 10 del 22 settembre.

 👉🏼 Per info e sostegno, scrivici su incentivi@conflavoro.it
 

 

Breaking News Dal Territorio Nazionali

Lascia un commento