Conflavoro PMI / Lavoro / Conflavoro sigla il nuovo CCNL Metalmeccanico PMI
Lavoro

Conflavoro sigla il nuovo CCNL Metalmeccanico PMI

Con validità dal 1° febbraio 2022, il CCNL Metalmeccanico PMI valorizzare le caratteristiche di aziende di dimensioni intermedie con specifico riferimento alle piccole e medie imprese

In data 25 gennaio 2023 Conflavoro PMI, Fesica-Confsal e Confsal hanno sottoscritto il nuovo CCNL Metalmeccanico PMI che arricchisce la già vasta platea dei CCNL siglati da Conflavoro PMI.

Il comportato cui si riferisce il nuovo CCNL è quello Metalmeccanico – già ampiamente disciplinato con i vigenti CCNL Metalmeccanico Industria e Artigianato – con la prontezza di un testo che possa valorizzare le caratteristiche di aziende di dimensioni intermedie rispetto a quelle tutelate dai vigenti contratti, con specifico riferimento alle piccole e medie imprese.

In linea con gli altri contratti esistenti, anche il CCNL Metalmeccanico PMI risponde alla struttura tipica dei CCNL Conflavoro PMI, nell’ottica di una semplice lettura e un’agevole ricerca di istituti.

Il CCNL Metalmeccanico PMI siglato da Conflavoro

Con validità dal 1° febbraio 2022, il CCNL Metalmeccanico PMI si propone di valorizzare efficacia ed efficienza aziendali con gli istituti di flessibilità e multiperiodicità dell’orario di lavoro che, insieme allo strumento della banca delle ore, permettono di adattare le esigenze aziendali all’orario di 40 ore previsto contrattualmente.

Rispetto alle tipologie contrattuali, il CCNL Metalmeccanico PMI prevede la possibilità di istituire contratti part-time senza limite minimo di orario settimanale; possibilità di attivare contratti a tempo determinato in proporzione del 50% dei lavoratori assunti in azienda a tempo indeterminato, apprendisti e con contratto di reinserimento. Quest’ultimo è un’altra tipologia contrattuale presente nel CCNL, insieme al lavoro a distanza e allo smart working.

Per quanto riguarda le assunzioni, il CCNL prevede una disciplina completamente aggiornata alla luce del Decreto Trasparenza; un periodo di prova esteso a 6 mesi per Quadri e primo livello e 3 mesi per gli altri livelli; possibilità di attribuire retribuzioni ridotte ai lavoratori che abbiano meno di 5 anni di esperienza nella mansione per la quale vengono assunti del 7,5% per il primo anno e del 5% per il secondo anno, nei livelli individuati dal CCNL. Analoga previsione è applicabile anche per le aziende di nuova costituzione, start-up o nuove attività, indipendentemente dal livello di inquadramento.

In ragione della pluralità di settori rientranti nel campo di applicazione del CCNL, il monte ore annuo di lavoro straordinario è differenziato sulla base dall’attività da svolgere, con maggiorazioni specifiche per le varie tipologie di lavoro straordinario che possono essere svolte dal lavoratore, distinte tra lavoro a turni e lavoro non a turni.

In relazione agli Enti e ai Fondi, il CCNL Metalmeccanico PMI prevede l’adesione all’EBIASP come Ente Bilaterale e al Fondosani come Fondo Sanitario, entrambi in grado di offrire importanti prestazioni ai lavoratori. Proprio quest’anno EBIASP ha ampliato notevolmente la platea degli ‘Avvisi aperti’ messi a disposizione dei lavoratori, offrendo sussidi e rimborsi spesa in considerazione della situazione economica generale: costi relativi agli interessi per mutui passivi derivanti dall’acquisto prima casa; contributi per il sostentamento delle spese per le utenze; contributi per rimborso spese derivanti dal ‘caro carrello’; contributi per il sostegno delle spese per affitti e molti altri. Per le aziende resta attivo il catalogo servizi Abila e vengono messi a disposizione anche in questo caso dei rimborsi per spese relative alla gestione dell’attività aziendale.

Conflavoro PMI offre alle imprese associate l’affiancamento costante e il dialogo continuo con politica e istituzioni

Scopri tutti i servizi che garantiamo subito ai nostri associati

Scopri le altre nostre convenzioni