Sport: novità nel CCNL Conflavoro Pmi, Fesica Confsal, Asi, Msa, Cns Libertas, Fise e Fis

sport

Dal 1° agosto modifiche e integrazioni per il CCNL Sport di Conflavoro, primo storico contratto del settore (Download CCNL e sintesi in fondo alla news)

In data 15 luglio 2021, le parti sindacali Conflavoro PMI, ASI, MSA, CNS Libertas, FISE, FIS e Fesica-Confsal hanno stipulato l’accordo interconfederale integrativo e modificativo del CCNL Impianti Sportivi e Attività Sportive. Validità ed efficacia decorrono dal 1° agosto 2021.

L’emergenza sanitaria ha pesantemente colpito il settore Impianti sportivi e Attività sportive. Gravi le ripercussioni sull’intero livello occupazionale, tali da necessitarsi un intervento regolatore del sistema contrattuale che possa comportare un immediato rilancio dell’ambito sportivo, in contestuale e permanente rispetto di ogni obbligo e diritto delle parti.

 

Le casistiche dei contratti a tempo determinato

Proprio in considerazione di questa difficile fase storica che le imprese si trovano a fronteggiare e le ripercussioni che essa ha generato sull’occupazione, sulla produttività e sulle vendite, le organizzazioni firmatarie hanno ridefinito alcuni istituti contrattuali ivi compresi i limiti quantitativi per la realizzazione di contratti a tempo determinato. Tale intervento, peraltro, è volto al rilancio dell’occupazione nel settore in questione, rendendo possibile un numero maggiore di assunzioni a tempo determinato.

Nello specifico, prendendo in considerazione l’organico aziendale a tempo indeterminato, da 0 a 4 lavoratori, è possibile assumere fino a 4 dipendenti a tempo determinato; da 5 a 9 fino a 5 dipendenti a tempo determinato; da 10 o più dipendenti, possono essere stipulati contratti di lavoro a tempo determinato nella misura pari al 50%.

Sempre in relazione al tempo determinato, vengono individuate alcune casistiche collegate all’intensificazione dell’attività lavorativa (a seguito di festività religiose, civili, nazionali ed estere; di manifestazioni; di iniziative promozionali e/o commerciali; a livello stagionale e/o ciclico dell’attività in seno ad aziende ad apertura annuale) per le quali non vi sono limitazioni nella stipula di contratti a tempo determinato.

 

L’apprendistato e il welfare aziendale

Con lo scopo di promuovere le nuove assunzioni, con questo accordo è stato rivisto in maniera incisiva l’istituto  dell’apprendistato. Sono inoltre state incrementate le percentuali di riduzione per le retribuzioni di primo ingresso, relative all’assunzione di lavoratori con esperienza professionale pregressa nella mansione inferiore a 5 anni.

Nel rispetto dei principi dei CCNL di Conflavoro PMI, le 72 ore di permessi precedentemente garantite vengono eliminate. Contestualmente, il welfare aziendale viene introdotto come somma da erogare annualmente a favore dei dipendenti. Si tratta di 85€ per i mesi restanti del 2021 e di 200€ per gli anni successivi. La cifra è da riproporzionare in caso di contratto part-time ed in base ai mesi di anzianità dei lavoratori.

 

Malattia e ferie

Inoltre, sempre con l’idea di riallineare i vari istituti con le formulazioni standard dei CCNL Conflavoro PMI, l’intervento modificativo verte anche sulla malattia e sul suo trattamento economico. Intervento anche sull’istituto delle ferie, stabilite nella misura di 4 settimane sia per i lavoratori part-time che per i full-time.

Seguendo il principio tanto caro a Conflavoro PMI del merito e non dell’anzianità, vengono inseriti gli scatti di merito e professionalità. Il loro scopo è premiare la meritocrazia e incentivare la crescita professionale dei lavoratori attraverso la sottoscrizione di apposito accordo aziendale.

Per finire, una delle più importanti novità introdotte da questo accordo interconfederale. Si tratta dell’eliminazione della quattordicesima mensilità a partire dal 1° agosto 2021, la quale rimarrà valida solo per i lavoratori assunti in precedenza. 

 

Documenti per il download

Clicca qui per scaricare il CCNL Impianti sportivi e Attività Sportive e relativa sintesi, già coordinati con le integrazioni e modifiche dell’accordo interconfederale del 15 luglio 2021, in vigore dal 1° agosto 2021.

Lascia un commento